MEZZO SECOLO DI LAVORO, AUGURI ALLA MIGRANTES (E AL CTIM)

ceiMezzo secolo di lavoro, auguri alla Migrantes (e al Ctim).

Così il Segretario Generale on. Roberto Menia e il Presidente del Ctim, com. Vincenzo Arcobelli, festeggiano i 50 anni di attività dell’organismo pastorale della Commissione episcopale italiana in concomitanza con la ricorrenza che vede il Ctim tagliare il medesimo storico traguardo.

“La Migrantes – osservano – si è resta protagonista negli anni di un lavoro costante e certosino per accostarsi ad una dinamica peculiare e non semplice come la mobilità italiana e internazionale. Una parentesi, quella dei grandi viaggi sociali, che non si è conclusa con le due storiche ondate migratorie di italiani nelle Americhe, ma che sta purtroppo proseguendo in questi anni con i nuovi migranti italiani: laureati, padri di famiglia, professionisti che con curricula in valigia hanno scelto di lasciare il nostro Paese per cercare fortuna. A loro e tutti coloro che sperano in un futuro migliore anche grazie al lavoro della Migrantes va il nostro augurio, nella consapevolezza che le realtà associative rappresentano un perno imprescindibile della vita sociale e politica di popoli e terre”.

twitter@ctim_italia

Annunci

CONFERENZA DEI RICERCATORI ITALIANI NEL MONDO: DODICI EDIZIONI DA RICORDARE

ConfConferenza dei ricercatori italiani nel mondo: dodici edizioni da ricordare.

Ecco tutti i dettagli e le pubblicazioni relative all’archivio della grande manifestazione che ogni anni viene promossa a Houston dal locale Comites (che rappresenta il distretto Consolare Statunitense degli stati del Texas, Arkansas, Louisiana e Oklahoma) in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia di Houston ed il CTIM.

(Cliccare qui)

twitter@ctim_italia

STRAGE DI TORONTO, IL CORDOGLIO DEL CTIM PER LA VITTIMA ITALIANA

damicoIl Ctim si unisce al dolore della famiglia di tutte le vittime della strage di Toronto, in modo particolare a quella di Anne Marie D’Amico, originaria di Pietrapertosa, in Basilicata.

In una nota il Presidente Vincenzo Arcobelli, il Segretario Generale Roberto Menia, e il coordinatore del Ctim Canada Franco Misuraca, esprimono il cordoglio per una morte assurda.

“La prima vittima identificata della strage è l’italo-americana Anne Marie D’Amico, impegnata in un’azienda che lavorava su progetto umanitario per costruire case e scuole nei paesi in via di sviluppo. Una morte incredibile e figlia di una violenza folle e incontrollata, che merita oggi solo silenzio e riflessione. Il nostro pensiero va alla sua famiglia, ai suoi affetti e ai suoi sogni spezzati”.

twitter@ctim_italia