PRIMA DI TUTTO ITALIANI: BUSINESS MED, PER UNA CONFERENZA SUGLI INVESTIMENTI

Prima maggio 16Una grande conferenza per gli investimenti nel Mediterraneo con l’Italia capofila e preziosa regista dell’operazione. E’la proposta che questo mensile lancia sul nuovo numero (clicca qui per scaricarlo)per intercettare i sostanziali cambiamenti che si stanno verificando nel Mare Nostrum e a cui è dedicata l’apertura.

 “Non solo l’esodo dei migranti che inquieta tutte le cancellerie – si legge nel fondino di prima – ma il caso della Libia (di cui riferiamo a pag. 4) con le nostre imprese desiderose di tornare a operare; l’evoluzione della guerra siriana; l’inaugurazione dei lavori del gasdotto Tap che porterà il gas dall’Azerbaijan al Salento; il progresso di realtà come la Tunisia e l’Egitto, in cui il know how tricolore può e deve essere un’arma in più; le nuove frontiere dei rapporti con l’Iran e con la Federazione russa, dove i prodotti italiani sono ricercatissimi; le interlocuzioni con i cinesi di Cosco che hanno appena privatizzato il porto greco del Pireo e scaricheranno migliaia di containers a settimana che, altro non aspettano, se non di essere spostati a loro volta, tra Balcani ed Europa occidentale. Insomma, in una fase caratterizzata da un lato dalla cattiva congiuntura economica europea e dall’altro dal rafforzamento coatto delle politiche di austerità, per non soffocare occorrono idee buone e menti raffinate. Che all’Italia non mancano. Serve metterle in campo”.

Particolarmente ricco il nuovo numero, grazie alla nuova rubrica “Qui Cgie” con i contributi di Roberto Menia, Valter Della Nebbia e Carlo Ciofi; la riflessione di Enzo Terzi sul compleanno dell’Europa; il racconto di Matteo Zanellato dell’incontro a Strasburgo di 7000 ragazzi europei per immaginare una nuova Ue; l’intervista all’attrice italogiapponese Hong-Hu Ada, voce de “L’Era Glaciale 5” nelle sale italiane il prossimo 25 agosto.

(CLICCARE QUI PER SCARICARLO)

Annunci

LA FESTA DELLA REPUBBLICA A CHICAGO TARGATA CTIM

???????????????????Il prossimo 5 giugno alle ore 11.00 presso la Chiesa Shrine of our Lady of Pompei, in 1224 W.Lexington Street, dopo la S.Messa, il Ctim Nord America promuove la celebrazione della Festa della Repubblica a porte aperte invitando tutta la comunità a partecipare. L’organizzazione è assicurata dal delegato del Ctim Carlo Vaniglia con il patrocinio del Comites della circoscrizione consolare di Chicago. La giornata vedrà la realizzazione di una mostra, la sfilata dei gonfaloni delle associazioni e delle macchine d’epoca italiane: Alfa Romeo, Fiat,Ferrari, Lancia, Lamborghini ,Maserati, con ben 40 esemplari di Vespe attese, moto Guzzi e Ducati. Il tutto allietato dalle note della banda siciliana con 30 elementi a seguito.

L’obiettivo del grande evento, secondo gli organizzatori, è di dare lustro alla storia e alle tradizioni italiane con un evento il quanto più possibile incisivo, con al centro l’italianità e il rispetto istituzionale della nostra costituzione e per la Repubblica. Nell’occasione sarà inaugurata una raccolta di fondi per il restauro della statua dedicata a Italo Balbo.

FESTA DELLA REPUBBLICA, ECCO IL MESSAGGIO DI ARCOBELLI AI CONNAZIONALI

???????????????????di Vincenzo Arcobelli

DALLAS – TEXAS Cari Connazionali, In occasione della ricorrenza del 70mo Anniversario dell`Italian National Day/Festa della Repubblica Italiana, desidero rivolgere un messaggio di saluto e di auguri a tutta la comunità italiana.

Vorrei ricordare che lo Stato del Texas con la Risoluzione HR144 del 2011 in occasione del 150 mo anniversario dell`Unità d`Italia riconosce ufficialmente la giornata del 2 Giugno, come la Giornata del Patrimonio Nazionale Italiano.

La celebrazione della Festa della Repubblica Italiana costituisce l’occasione per riaffermare la comune adesione ai principi fondamentali della nostra Costituzione. I difficili problemi che ci troviamo ad affrontare, in Italia e all`estero, aggravati dalla grave congiuntura economica, impongono a tutti di operare assieme per individuare strategie risolutive. E ciò, nel rispetto dei ruoli e assumendo ciascuno le proprie responsabilità; andando oltre le sterili contrapposizioni partitiche o di parte per rispondere, con incisività e concretezza, alle aspettative e alle esigenze di tutti i cittadini. Oggi è opportuno ribadire il nostro impegno a garantire il massimo della coesione istituzionale e del dialogo, senza distinzione tra Italiani di serie A e quelli di serie B i residenti all`estero (a volte frase e sentimento espresso da molti connazionali che vivono all`estero), uniti dal diritto di essere figli dell’Italia repubblicana.

Colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che sono impegnati nei vari fronti nel promuovere il sistema Italia, le Autorità Diplomatiche Consolari, i rappresentanti dei Comites, del Cgie e delle Associazioni ed organizzazioni italo americane e tutte le altre che operano concretamente.