ANPPE – Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria – “Una serata per non dimenticare”

Simbolo ANPPE

di Filomeno Porcelluzzi – Vice Presidente ANPPE

Borbiago, 10 ottobre 2013 –  Un calcio ad un pallone per rafforzare l’impegno di tutti coloro che hanno responsabilità pubbliche ad operare sempre, in piena e condivisa unità di intenti, per far sì che la coesione istituzionale sia la barriera più forte e sicura contro le insidie che gravano sulla nostra società, dalle più piccole forme di illegalità fin alle più gravi aberrazioni del terrorismo. E’ così che negli anni settanta le Istituzioni seppero rispondere agli attacchi della violenza politica armata.

Lo sport è veicolo di socialità, amicizia, tolleranza e confronto leale fra le persone, lo sport è educazione, un modo diverso di affrontare i problemi ed il disagio che non è soltanto prerogativa della classe meno abbiente.

Obiettivo del progetto, che vede coinvolte associazioni sportive e d’arma, Centro Studi Europa, Associazione Sportiva Tigre Bianca di Mirano e l’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, è richiamare la società sana, che crede nei valori e vuole proporre un futuro migliore ai propri concittadini e, come fece Papa Wojtyla (Giovanni Paolo II) invitiamo tutti ad alzare la testa e ad avere coraggio. Queste idee devono venire da tutti, devono coinvolgere tutti, con il contributo di tutti i cittadini è necessario creare un nuovo RINASCIMENTO, che consegnerà al Paese, con il contributo delle giovani generazioni, un mondo dove Legalità sarà sinonimo di garanzia di un vivere civile.

In questa ottica di vita si è presentato mercoledì 9 ottobre alle ore 20.30, presso la Sala Patronato della Parrocchia di Borbiago di Mira il libro “I silenzi degli innocenti” di Giovanni Fasanella, graditi ospiti di Don Carlo, sacerdote reggente del locale Santuario, una serata inserita nel contesto del Torneo di calcio a 5 che si sta giocando presso gli impianti sportivi di Crea.

Un libro per riflettere sul senso di quei terribili anni che hanno segnato la vita di molti. Un libro che commuove ma fa anche arrabbiare, per il senso di impotenza che trasuda. Perché a distanza di tanti anni non si alza finalmente il sipario sul cosiddetto “segreto di Stato” e si cerca di dare verità e giustizia a povere vittime innocenti? Chi proteggeva gli “utili idioti” dei terroristi rossi o neri? Queste persone ricoprono ancora ruoli importanti nella società? Perché i terroristi non fanno i loro nomi e dicono fino in fondo tutta la verità? Solo allora forse potranno essere perdonati da coloro cui hanno stravolto la vita.

L’idea di un torneo di calcetto in memoria di tutte le vittime del terrorismo e delle stragi, è probabilmente il modo migliore per coinvolgere un gran numero di persone, soprattutto i giovani, e farli riflettere sul rispetto del prossimo, attraverso valori come la legalità, il sacrificio e l’amicizia, per questi motivi, tutte le Istituzioni interpellate hanno dato il proprio patrocinio all’iniziativa, Regione Veneto, Provincia Venezia e i comuni di Verona, Venezia, Stra, Dolo, Santa Maria di Sala, Mirano, Salzano e Spinea, dalla Spagna l’appoggio morale dell’associazione Guardia Civil in congedo, e infine l’Associazione Benefica Cavalieri di San Marco, e il CTIM – Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo.

Prima del dibattito, è stato letto un messaggio inviato al comitato promotore, da Graziella Quattrocchi, sorella di Fabrizio. “… la valenza di manifestazioni sportive come la vostra, mi riempiono il cuore di gioia e di tenace speranza: ogni qual volta si riesce a fare breccia nella coltre del silenzio, dell’indifferenza e della paura segniamo un punto alla nostra partita e a quella dei nostri cari”, questo il passaggio più significativo del messaggio.

Oltre all’autore erano presenti, Adriano Sabbadin, figlio di Lino Sabbadin, Mirko Schio, Presidente FERVICREDO, On. Roberto Menia, Segretario Generale del CTIM – Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo, Maurizio Seno e Bruno Canella, ex Vicepresidente Regione Veneto, Enzo Vanzan, moderatore della serata Tiziano Graziottin.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: